Misteriose Presenze

Guardo l’orologio: 8.22 e sono maledettamente in ritardo. Mi affretto, salgo in auto e mentre attendo che il cancello si apra li sento, dietro di me, che bisbigliano e sogghignano. Tre subdoli elementi che da un po’ di tempo mi pedinano e mi mettono alla prova: il pin, la sigla e la password. Li ignoro e accendo la radio, tanto so che anche oggi non mi molleranno un attimo.

Arrivo in ufficio, mi tolgo il cappotto  e metto in tasca il mio nome. Da ora sono RAM e lavoro con RAQ, RTC, AST e RHS. Accendo il cellulare che mi chiede il PIN; invio il DURC al cliente Rizzi; il fornitore Pomelli mi chiede di trasmettergli ABI e CAB per la RIBA; il mio collega mi passa il CIG e il CUP da inserire nella fattura della ditta Bini; il Sig. Gridi mi invia per mail il DIA che gli avevo sollecitato.

Pausa caffè.

Il commercialista mi invia l’F24 per il versamento dell’IMU. Mi collego con la banca via HB  e la password è scaduta. Ma come, di già? Mi concentro un attimo ma stamattina proprio non mi sento creativa. Mi sembra di avere esaurito le scorte. Oramai ho unito in matrimonio animali e colori:  “coccodrilloblu”, “scimmiagialla”, “elefanterosa”; il nome del gatto, del cane e del criceto con numeri digitati in verticale, orizzontale e diagonale: “pussy856”, “billi123”, “giocondo357”.

Con le dita sospese sulla tastiera mi immagino il pin e la password che si sgomitano sghignazzando alle mie spalle quando, guardando la parete di fronte, vedo una cartolina appesa lì da secoli. La stacco, è stata spedita da Parigi; la giro e guardo il timbro postale “25 settembre 1982”. Perfetto! La mia prossima password sarà “parigi1982”. E’ stato un gioco da ragazzi! Riposiziono la cartolina, non si sa mai, nel caso avessi un vuoto di memoria…

Completo le operazioni bancarie e sono quasi le 12.30. Mi metto il cappotto e mi riprendo il mio nome. Parto e… non le sento più quelle “misteriose presenze” di stamattina. Si saranno arrese, avranno capito che con me non si scherza: sono un osso duro!

Annunci

8 pensieri su “Misteriose Presenze

  1. E io che mi chiedevo come mai qui sei CAmomilla2 🙂 sto ancora sorridendo.
    Suggerimenti :
    “Ho unito in matrimonio animali e colori”
    “Mi metto il cappotto”
    Sono in dubbio su loschi figuri…
    “Avranno capito che con me non si scherza: sono un osso duro!”

    Mi piace

  2. E’ verò però che oggi la vita è fatta di password e pin……visto che ne ho a che fare anch’io e visto che,a seconda dei programmi, scadono dopo 3 o sei mesi, metto la data del cambiamento es.04012012 così non mi trovo mai impreparata…….sai poi……talvolta dimentichi i numeri…..ma no! Se fai un piccolo puntino sul calendario! Complicata eh! Condivido comunque anche la tecnica di usare sempre le solite a rotazione! Buona idea!
    Il testo mi da un un po’ sull’inquietante, frenetico e agitato ma in certi tratti simpatico!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...