Un Palio di foto

Corriamo sempre: tutti i giorni, in tutte le occasioni.
Sembra che il tempo ci sfugga, invece siamo noi che fuggiamo da lui e da ciò che dà colore alla nostra vita.
Abbiamo perso l’attesa, delle emozioni e dei sogni.
Riempiamo la nostra vita di colori spenti o già consumati.
Ma ieri, l’ho visto. Il tempo.
Era a Romano d’Ezzelino, si stava riposando.
Così mi sono fermata anch’io, volevo vederlo da vicino e in pochi secondi mi sono trovata dentro ad un album di foto in bianco e nero.
Gli ho chiesto che cosa stava succedendo e lui, facendomi fare un passo avanti, mi ha detto:
– Ascolta, osserva, annusa, tocca. Ma non parlare. In ogni Angolo c’è un sogno, in ogni sogno ci sono dei numeri. E i numeri in quei sogni sono figure che parlano -.
Allora, mi sono vestita di silenzio e ho fatto come mi ha detto il tempo.
Il mio naso ha fatto entrare tabacco, cuoio, legno, vino, cibo e animali.
Le mie orecchie hanno aperto a grida di mercanti, rumori passati, scherzi, canzoni e parole lontane.
La mia pelle ha sfiorato lana, fuoco e oggetti antichi.
La mia bocca, mantenendo il silenzio, ha sorriso e si è sorpresa.
Che dire dei miei occhi? Hanno visto tutto. Il lavoro quando ancora era arte, la ricchezza della semplicità.
Anche il bianco e il nero, così intensi e pieni.
E hanno provato tanta nostalgia di quando i colori si cercavano e si trovavano dentro le persone.
Grazie.
 
palio romano

Stefania Zanotto

Annunci

3 pensieri su “Un Palio di foto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...