Sete

urlo-munch

Ora le parole
sono acqua
nel fiume
del mio corpo.
Portano i segni
del viaggio.
Le emozioni dentro me.

I detriti dell’anima
la sabbia delle lacrime
il calcare del dolore
le onde dei sorrisi
le spinte della rabbia
le rive degli abbracci.

Parole
che riempiono
e svuotano.
Che accarezzano
e colpiscono.
Che sollevano
e schiacciano.

Ora bevo
perché non posso
farne a meno.

Perché ho sete.

Lasciatemi bere.

Stefania Zanotto

Annunci

4 pensieri su “Sete

  1. E’ sempre lei, l’acqua: bisogno, carezza, ondata.
    Senza di lei non c’è vita, appagamento, emozione.
    Non possiamo capire quanto sia preziosa fino a quando non avremo provato la sete…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...