Bagni di cuore

Sono passata a trovarla ieri.
Ogni volta faccio fatica a passare, c’è sempre qualcosa che mi trattiene.
Ma ieri ci sono andata, ero tranquilla, serena.
Mentre scendevo dall’auto e le andavo incontro mi chiedevo che senso avesse parlare ad un pezzo di marmo.
Affondo i piedi nella ghiaia, è l’unico rumore che sento e il silenzio che mi circonda sono due mani sulle spalle che mi danno la spinta per arrivare da lei.
Non sento il caldo, sento il sole. Sulla schiena e sulla testa. Il cuore è al sicuro.
La guardo e mi sorride, il suo sguardo ogni volta mi stende come burro nel pane.
E’ una lama che mi ammorbidisce.
Sono attimi che in testa non passa niente, né il prima, né il dopo, sono solo io, lei e quel cuore in granito rosa che conserva una foto del suo sorriso.
Basta poco e i pesi se ne vanno, tolgo gli ultimi veli e resto scoperta.
La saluto, torno in macchina e lascio che il sole mi abbronzi anche il cuore.

Stefania Zanotto

Annunci

10 pensieri su “Bagni di cuore

  1. Questa che descrivi è una cosa toccante che io chissà perché non faccio mai.
    Anzi, forse lo so il perché.
    Ma non importa.
    Parlare a un pezzo di marmo, e sentirsi rispondere. Il mistero e la grandezza stanno lì.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...