DIARIO QUASI SEGRETO (quello che non dovreste sapere di un corso di scrittura creativa) 3

la mia maglietta da asterisco

di Stefania Zanotto (anche la maglietta nella foto)

Ci risiamo. Era mercoledì e avevo ancora l’asterisco. Solo io però, alla mia socia l’avevano tolto. Sicuramente me l’avranno appiccicato anche stasera. Oramai, non ho più preoccupazione per i compiti, le critiche, gli errori che non mi accorgo di fare, no. Ho la fissa dell’asterisco in testa (al mio nome).

Non c’è niente di divertente, vorrei vedere voi! Avrei dovuto chiarire con Alfy in settimana: fargli uno squillo e chiedergli spiegazioni. Non ne ho avuto tempo (neanche voglia) e poi conoscendolo, si sarebbe inventato qualcosa per farmi andare lì personalmente.

Io da lui, sola non ci vado. Beh, non sarei sola, avrei l’asterisco con me. Ma con uno come Alfy c’è poco da fare. Dovete sapere che è il supervisore della burocrazia per i corsi. Se manca, potete stare tranquilli: ve la procura lui. Pensate che ogni anno, pur di essere il primo a rivederci tutti, ci fa andare a prendere il modulo d’iscrizione direttamente nel suo ufficio a scuola. Non c’è fax o mail che possa rimpiazzare questo suo rito propiziatorio.

Quest’anno l’abbiamo fregato. Un’infiltrata, una tipa tosta che bazzica in amministrazione, ci ha mandato tutto (udite, udite) via mail, lasciando il povero Alfy a mani vuote. Forse è questo che l’ha fatto inacidire nei nostri confronti (anzi solo nei miei). Forse gli serve una valvola di sfogo, forse ha solo bisogno di parlare con qualcuno. Ma perché allora non se la prende con quelli del corso di comunicazione?

Facciamo così: se anche stasera mi ritrovo in testa le punte di una stellina, lo chiamerò. Però non è giusto! Loro mi hanno condannata e loro verranno a prendermi (già me li vedo fuori della porta dell’aula che mi aspettano dopo l’ultima lezione… mi toccherà seguire il prof ai “Palazzi”).

Rossella dice che l’asterisco lo mettono ai più bravi. Non è un complimento, Rossella sfotte e se la ride. Anzi ci beve pure un caffè sopra in compagnia di Alba che continua a sbadigliare. E noi lì ad aspettarle per entrare in classe.

Che poi bastasse un caffè. Rossella non si ricordava più di Filide. Ma Filide hi? Huale? Hom’è fatta? S’è svegliata alle 20.07. L’ha pure abbracciata e poi mi ha spiegato il motivo del vuoto: Alzheimer. Chi l’avrebbe immaginato, povera Rossella. Spero avanzi lento. (Rossella non t’arrabbiare, l’hai detto tu!).

Non abbiamo letto ancora nulla dei nuovi arrivati. Io che ero curiosa! (e non solo io). Non sono riuscita a interagire molto con loro, stasera provo a sedermi vicino vicino a qualcuno (e lontana da Paola), sono indecisa. Vediamo dove troverò posto, prometto che farò l’impicciona: insomma, in qualche modo si deve fare! Però preparo un altro post-it per Paola con scritto NON PREOCCUPARTI, NON T’ABBANDONO PER SEMPRE.

Il problema più grosso della serata è che guida Maela: speriamo di arrivare in tempo. Voglio farle fare un’altra strada. L’altra volta ho guidato io e sono riuscita a evitare il cimitero. L’ammetto: ho svoltato troppo presto, ho preso una strada che non avevo previsto e su un tratto ho dovuto farmi consigliare da Adalgisa. Ma siamo arrivate comunque e in anticipo. Ho cambiato anche al ritorno e lei non se n’è accorta. Maela è tranquilla perché tiene la bussola in macchina e controlla sempre che punti verso nord. Non ha ancora capito che per il corso si va a sud (pregate per me).

Stasera porterò un libro, lo voglio prestare a chi ha smesso di leggere. È un libro non troppo impegnativo: riuscirà a finirlo prima della fine del corso (molto prima) e riportarmelo (spero). È interessante sia dal punto di vista narrativo, sia per il modo in cui viene usata la punteggiatura.

Sono tre racconti brevi dello stesso incontro tra due persone che ogni volta si trovano in situazioni differenti. Ogni volta è unica e irripetibile. Come succede nella vita quando si è destinati a incontrare una persona ma sembra sia sempre il momento sbagliato: troppo tardi o troppo presto. Ma è l’unico momento in cui può succedere. E te lo fai bastare. Tre volte all’alba di Baricco. Come l’ho presentato a voi adesso, lo presenterò anche alla classe stasera, anzi probabilmente lo sto facendo proprio adesso mentre mi leggete.

Come al solito è tardissimo, mi infilo la maglia (visto che bella? Per una che tiene l’asterisco è perfetta) e vi lascio l’arduo compito di correggere gli erroracci al posto mio (1-12 se passi: mi raccomando non essere troppo esplicito; come l’altra volta – ci siamo capiti).

A mercoledì!

Stefy

Annunci

9 pensieri su “DIARIO QUASI SEGRETO (quello che non dovreste sapere di un corso di scrittura creativa) 3

  1. Non ci sono errori, la maglia e’ bellissima e mi piace da impazzire questo tuo modo di scrivere il mio Nick Name. Potresti informarti su dove si prendono gli asterischi? Perché secondo me 1-12* scritto cosi e’ fico. P.s. lo scorso weekend ho beccato il raffreddore, per la tua gioia, sicuramente per questa tua stregoneria ti hanno lasciato l’asterisco. 😛

    Liked by 1 persona

    • Dovrei telefonare ad Alfy, ma penso si sia offeso, visto ieri sera…
      In effetti 1-12* è proprio figo! Sentivo che eri uno al top, come me 😉
      Ma per esserlo veramente e farmi compagnia, dovevi prenderti il raffreddore.
      “Se con l’asterico vuoi apparire, un poco devi soffrire”.
      E’ la regola per che vuole raggiungere l’apice… (Attento che gira l’influenza :D)

      Mi piace

    • In effetti non ho dormito troppo tranquilla questa notte.
      Ho una settimana di tempo comunque…
      Quanto vuoi che costi una microcamera?
      Potrebbe essere un’idea per sfondare con questo diario sul Tubo 😀

      Mi piace

  2. Cara la mia navigatrice asteriscata sono proprio curiosa di vedere dove ci condurrai mercoledì, con al volante Adalgisa, per evitare il cimitero. Se non fai la brava ti lasciamo a piedi. Hihihi

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...