DIARIO QUASI SEGRETO (quello che non dovreste sapere di un corso di scrittura creativa) 7

Cittadella
di Stefania Zanotto (anche la vista nella foto)

Le mura, la luce giusta e un fossato. In effetti bisogna osservare bene per vederlo. Io non l’ho visto finchè Adalgisa non m’ha detto Prendi anche il riflesso nella foto, ce la fai? Non è una foto da copertina, lo so, ma più di così non riuscivo a sporgermi dal finestrino, e di uscire dalla macchina non ci pensavo nemmeno: eravamo (un po’) al centro della strada ma non facevamo nulla di male e non capisco perché quel tizio dietro di noi continuava a suonare… Maleducato!

Era fondamentale mantenere la promessa che vi avevo fatto, a costo di mettermi gli stivali e scattarla da quel fossato. Non ho voluto rischiare: ero ubriaca di cioccolata: Rossella secondo me l’ha fatto apposta e non saprei dire se ci avesse messo qualcosa dentro: eravamo tutti troppo euforici, continuavamo a ridere.

Il nostro gruppo (non solo per le ciacole e la ciocolata) ha trovato un certo equilibrio e armonia. C’è chi ha abbandonato, chi si è preso tempo, e chi ancora non ho capito bene se tornerà mai. Forse se c’era un minimo di possibilità che scrivesse, l’abbiamo convinto noi a non farlo più. Ma è nelle difficoltà che capisci se veramente ci tieni a qualcuno o, come in questo caso, a qualcosa. Selezione naturale: evoluzione o estinzione. Sì, anche a me viene in mente Darwin, ma non adesso, non adesso.

Scoop di mercoledì scorso: HEIDI HA FATTO I COMPITI! Capito perché è cambiato il tempo questa settimana? Avevo ragione io che è furba, ma ho scoperto che è anche diplomatica la mia nuova amica: peggio di me: lei ha scritto si, ma come Cesare, se ne è lavata le mani (e non posso dirvi di più perché altrimenti sbatto contro i paletti del diario). Cara mia non finisce così, ti tocca scrivere ancora (troppo comodo! l’ha detto pure il prof). Sorrido.

Altro scoop, ma di questa sera: DUCHESSA HA SCRITTO! Vedi, vedi che le abbiamo fatto venir voglia di scrivere? Non voglio indagare sul perché si è decisa a farlo ( perché scriviamo così male che avrà pensato Se lo fanno loro, vuoi che non lo possa fare io?, oppure perché siamo così bravi che i nostri racconti le hanno fanno venir voglia di imitarci?). Meglio non pensarci, ma sono curiosa di leggere il suo scritto: sbircerò tra i fogli appena arrivo ma non ditelo a nessuno.

Alba ha compiuto gli anni questa settimana, la data esatta ancora non si sa, c’è solo la certezza dei pasticcini o di qualcosa di buono. Bene, bene, si festeggia anche questa sera, e Rossella ha promesso di insegnarmi qualche passo di Bailando: sarò in difficoltà, a starle dietro intendo.

Paola, oh paola, me l’ha fatta anche questa volta: non è venuta, capite? E poi mi manda il messaggino per scusarsi, e poi s’arrabbia che non l’ho letto e non ho avvisato il prof per tempo. Senti sono educata io, tengo il cellulare in vibrazione, di solito lo sento, ma Heidi mi ha fatto spostare di banco e la mia borsa è rimasta in un altro, il professore urlava altrimenti Alba non sentiva nulla, Rossella continuava a ridere sotto banco con Adalgisa… mi spieghi come facevo a sentire? Avvisami prima, SACRANON!

Mancano due lezioni, e già mi dispiace, ma non ci penso, tanto ci sarà la continuazione di questo corso dopo Natale. Perché ci sarà di sicuro: riusciremo a scansare preside, Alfy e asterischi vari. Siamo una decina: bisogna. Facciamo due conti: Adalgisa, Alba, Duchessa, Filide, Heidi, Maela, Paola, Rossella ed io. Ok, fa nove, ma in qualche modo partirà.

Stasera niente libri nuovi in cartellina: ho ancora Novecento da prestare a Duchessa (che non c’era), insieme al post it di Paola (che non c’era) con scritto BAILANDO. Consegno tutto, non vi preoccupate, e per fare un dispetto a Paola non gliene scrivo uno di nuovo. TIE’!

Ecco mi sembra di aver detto di tutti e di tutto, anzi no: mi mancano Maela e Filide. Che dite, le risparmio? Facciamo così: balleranno con Rossella al posto mio. Vedrò di fare ai loro piedi una foto, se non mi menano prima. Sì perché non ve l’ho detto, ma per fermarci a fotografare (male) le mura, con Adalgisa che gira con la macchina in riserva (e poi sarei io la sprovveduta), abbiamo rischiato di tornare a casa a piedi.

Stasera non mi ricordo chi deve guidare… Forse io? Vado a controllare le puntate precedenti, ho perso il conto. Meglio che mi sbrighi dunque, che se mi tocca anche il garage (devo caricare gommone, salvagente e remi) ho già sforato col tempo.

A mercoledì!

Stefania

Annunci

7 pensieri su “DIARIO QUASI SEGRETO (quello che non dovreste sapere di un corso di scrittura creativa) 7

  1. La settimana prossima sarà l’ultima lezione, peccato. Prometto che mi comporterà bene (ma so che non ci riuscirò). Cosa portiamo da mangiare? minestrone di fagioli ? Va bene per tutti? O come proponeva Adalgisa soppressa e poenta brustoeà (scusate se il dialetto veneto non è perfetto) buona notte e buona digestione. Un pensiero affettuoso a Pascoli.

    Liked by 1 persona

  2. Cara Stefania adorata, hai tirato su la “banda del cimitero ” e stai arruolando persone che prima di conoscerti si limitavano al loro tranquillo ruolo esistenziale, ma va bene così, fra dolcetti balletti e scritti, tra le cioccolate che ubriacano e asterischi che fanno sparire i novelli scrittori maschietti. 🙂 Peccato veramente che il corso è quasi giunto al termine, mi sento in qualche modo vostro compagno di avventura. P.s. per l’ultima lezione vorrei essere tuo compagno di banco, posso?
    Tony *_*

    Liked by 1 persona

  3. Caro uno dodici, Stefania è fenomenale ma ti assicuro, che non ho mai avuto un tranquillo ruolo esistenziale.Vieni al corso provare per credere. Anche noi VECIE siamo vitali.Un saluto affettuoso.

    Mi piace

    • Penso che lui si riferisse all’oco e a quelli che ormai possono considerare ritirati.
      In effetti la selezione per entrare nel clan e’ tosta.
      E una come te che fa la lamp dens e’ eccezionale!
      Grazie per i passi di Bailando 🙂

      Mi piace

  4. A me uno dodici sta simpatico, la mia non era polemica volevo solo presentarmi ufficialmente.Non è semplice esprimersi con il computer, lo sai Stefania che io lo uso come la lavatrice e aspirapolvere, ma forse non è un elettrodomestico.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...