Palazzesco

di Stefania Zanotto

Mercoledì sempre tutto di corsa
– organizzati che devi arrivare
puntuale che altrimenti ti guardano
male, che sono già tutti seduti
– ma se tu porti la torta al limone
la passi liscia e striscia biscia e ridi
ma solo dopo Mario che ti aspetta
tra le piantine, orgoglioso dell’orto:
– l’insalata è una scusa per l’Ada
ma – ci avete ancora tanto da fare?
Allora vai dentro, non chiedi permesso
– dice di fare come a casa mia
prendi il posto che più ti comoda
– vicino al Prof te tocca dispensare
la dispensa e anche portare pazienza,
– i maschi, son mica come noi donne,
ma c’è sempre l’eccezione: quell’Heidi
che se arriva… ma arriva? Arriva tardi!
– lei non sa, ma forse rischia il diploma,
tutti a fishia’ firifufirulà
perepè hahahahahahaha
ma che corso di poesia è questo qua?
La Socia tenta sesso e un po’ ci frega
Maela va cantando al leone Farmazoo
Heidi era ora, ha fatto una terzina.
Poi come sempre qualcuno ti rovina:
io non posso dire ciclo, ma quello
può parlare di ciclopi e Nessuno,
nessuno dice anche Duchessa, dolce
dice Ross, anche lei arrabbiata col Prof
– Non può far quel che le pare, cambiare
l’opera d’arte mia, non ci sto!
Non l’ho messo il titolo, non lo voglio!
Posso sì, se Palazzeschi può fa’
Piripiripiripìripiripi.
La Ross fa la cronista e non si ferma
– Ma guarda te, quanto so’ intelligente
mi fo paura a volte, anche al mattino
quando mi guardo allo specchio.
– ch’è tanta roba, roba da censura
no, quella è cesura, non la Cesira!
Capito? – figurati se ha capito,
pensa al riso venere con verdure
buono, avrei fatto il bis ma non potevo
– s’è l’è portato a casa tutto l’Ada
(se s’arrufiana il Mario c’è il motivo)
e c’era anche il riso di e con Letizia
da mangiare, il dolce mio e quei biscotti
di Maela, per fortuna, perché c’era
vino doppio dello Speedy – dovevo
guidare proprio stasera, pazienza,
tanta ce ne vuole, non stanno fermi
mai quando faccio qualche scatto matto
– poi si lagnano che vengono brutti
– che non so quando se son visti belli
almeno la Ross l’è vera e sincera
e s’è offesa: l’esclusa di woz ap,
e Paola subito a darle ragione
altrimenti non ci si trova gusto
il gusto alternativo di Via Spessa
e spessa l’è spessa c’è niente da fare
questa gente che va è gente che viene
per imparare e non vuole fischiare
se ne infischia del bon ton della mischia
mescola tanta roba, resto sola
solita storia che tocca scrivere
a me come sempre gli applausi, grazie!

Stef

P.S.
Ciao Luiginaaaaaa!

Annunci

Un pensiero su “Palazzesco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...