A Telepasolini

di Stefania Zanotto Undiciottobreduemilasedici e pensi cavolo non è tanto distante lo so è già passato, dico la strada fino a Padova in macchina di sera ci sono stata tanto tempo fa a dirvi così sembra che me lo invento invece davvero: un reading di poesie in un posto che neanche i padovani sapevano dov’era,…

4. Notes268

di Stefania Zanotto È freddo, tanto freddo: muovo i piedi, sfrego le mani: il mio sedere è un tutt’uno con la sedia. Chissà se anche in cella fa così freddo. Sono in carcere da ventitré anni. Non capisco perché il carcere (e lo stato) abbia così paura dell’amore. L’amore è un mezzo per riuscire a…

2. Notes 268

di Stefania Zanotto Ore 10 e sono dentro: Due Palazzi, palestra dei detenuti: “Per qualche metro e un po’ d’amore in più”. Prende parola il direttore responsabile di Ristretti Orizzonti: Ornella Favero. Il brusio diminuisce, il freddo persiste, gli agenti vigili e fermi alle porte. L’importante è che non esca nessuno. Durante la premessa sbircio…